L a Eden Editori è nata attraverso uno scambio di idee e passioni che, per una vita, ci hanno accompagnato in viaggi inaspettati, condotti dai libri. Viaggi tetri, emozionanti, sorprendenti, viaggi vissuti grazie alla generosità di pagine e parole in grado di spingerti dove in pochi riescono ad arrivare e, soprattutto, da dove pochi riescono a tornare.
Al giorno d’oggi esiste una quantità infinita di case editrici, nomi importanti e conosciuti occupano da sempre le nostre librerie.

Ma quanto possiamo dire di conoscerli veramente? Perché si chiamano in un modo, piuttosto che in un altro? Chi c’è dietro questi marchi noti? Sono persone semplici o sono grandi macchine produttrici di libri?

  • Eden Editori
  • Nuovi Talenti
  • Pubblicazione libri
  • Valutazione testi inediti
  •  
 

Forse sono queste domande, a spingere noi, Eden Editori, a raccontarci in modo completo, esaustivo, senza alcuna allusione.

Perché abbiamo scelto il nome Eden? Immaginate di stare a casa, davanti alla vostra scrivania, state scrivendo quel libro di cui ancora non conoscete il titolo. Allora la vostra mente inizia a sforzarsi… Ancora e ancora… Fino a quando vi porta in luoghi mai esplorati, facendovi ripercorrere tutte le parole da voi scritte, l’immagine e il valore che per voi ha quel libro… Ed ecco che si accende la famosa lampadina. Avete trovato il titolo. Eden Editori è nata esattamente così, avevamo la voglia, l’idea, i mezzi, ma come potevamo riassumere tutto ciò in una sola parola? … Lampadina… Eden, un luogo sacro, ma allo stesso tempo profano; profano dal latino profanus da pro, “ davanti ” e fanum “tempio, luogo sacro”; è un qualcosa che sta al di fuori di quel luogo, è qualcuno a cui è proibito entrare. Proibito come lo è il frutto di Adamo ed Eva. Ma cos’è questo frutto? Cos’è la mela? È ciò che ci affascina, che ci trascina, che ci seduce, ci fa paura, ma poi ci conquista…Un libro, una musica, l’ ARTE.

Una cosa che ci caratterizza? Sicuramente il fatto di essere delle persone prima ancora di essere Casa Editrice. Sappiamo che in ogni opera c’è un qualcosa. Noi abbiamo il compito di capirla e farla conoscere agli altri. Vi seguiremo in ogni momento, togliendovi ogni dubbio e perplessità. Lasceremo a voi, poi, il compito di dirci se abbiamo lavorato bene e siamo stati in grado di concretizzare quanto scritto. Ogni pensiero, consiglio, constatazione è per noi un’opportunità di crescita.