FRONTE-mezzanima1

MEZZANIMA L’ULTIMA LUNA

5 su 5 in base a 6 valutazioni del cliente
(6 recensioni dei clienti)

15,50 €

Collana Fantasy
Data di pubblicazione: DICEMBRE 2015
Pagine: 414
Volume formato: 14×22 

 

COD: 9788898971206 Categoria:

Descrizione prodotto

In un’epoca indefinita, in un tempo ormai lontano, si srotolano le vicende di Arian e Robin, migliori amici quasi per caso, inseparabili dopo tutte le sfide affrontate insieme. Due guerrieri che a diciassette anni si aspetterebbero di tutto… tranne che di venire assorbiti, un giorno, da una realtà parallela e imbevuta di magia. Un mondo chiamato Regno. È in questa realtà nuova che Arian e Robin, con l’aiuto di personaggi difficili da considerare secondari, vengono coinvolti in avventure nuove, fughe improbabili, incubi, paure e battaglie che li metteranno a dura prova. In un’interminabile corsa contro il tempo e contro la Regina, i ragazzi dovranno mettere in gioco tutto ciò che hanno, anima, corpo e magia, per sopravvivere, per restare insieme e per essere liberi. Anche se la libertà, a volte, ha un prezzo veramente alto…

L’AUTRICE

Monica Gatto è una ragazza di sedici anni nata in un piccolo paese in provincia di Reggio Emilia, ama la musica, leggere, scrivere e sognare a occhi aperti… e non solo.

6 recensioni per MEZZANIMA L’ULTIMA LUNA

  1. 5 di 5

    :

    Questo libro personalmente mi è piaciuto molto nonostante io non si un fan dei libri fantasy e dei libri in generale XD…
    è stato capace di stuzzicare la mia immaginazione e la curiosità e ha fatto si che lo divorassi in una settimana.
    il racconto è ricco di suspense (un’agonia che ti porterai fino alla fine del libro e anche dopo XD) e il tutto condito con una fantastica narrazione e descrizione dei paesaggi che è capace di portarti con la mente all’interno di un altro mondo.
    Inoltre bisogna fare un piccolo accenno al carisma dei protagonisti che faranno sì che tu ti affezioni subito a loro… per non parlare dei personaggi secondari che nonostante abbiano il semplice ruolo secondario ai tuoi occhi diventeranno anch’essi dei protagonisti e ti rimarranno impressi nella mente fino alla fine.
    Una delle cose che mi è piaciuta di più del libro, è che durante la lettura del racconto ti sembrerà di essere un terzo protagonista che accompagnerà i nostri eroi in silenzio e senza interferire durante il loro viaggio.
    Questo libro lo “straconsiglio” vivamente a tutti, essendo un libro capace di regalare mille sensazioni diverse e una voglia inarrestabile di finirlo, ma allo stesso tempo di continuare a vivere per sempre le avventure regalateci da Mezzanima.

  2. 5 di 5

    :

    Quando la casa editrice mi ha dato la possibilità di leggere questo romanzo non ho esitato un attimo a dare la conferma per poterlo recensire. E ora mi trovo qui davanti a questo schermo e mi assale un po’ di difficoltà ad affermare con stupore che una ragazzina di sedici anni mi ha saputo rapire in questa maniera.

    Ammettiamolo chi è nato negli anni ’80 come me di certo non sviluppava romanzi nel periodo delle scuole medie, ma lottava con i primi reggiseni e con il fatto di non darla vinta ai maschi.

    L’autrice invece con la sua umiltà e il suo talento crea qualcosa che solo la parola “affascinante” può descriverlo. Ma andiamo con ordine…

    Già dalle prime righe ci troviamo alla presenza di due personaggi che entrano nella nostra vita in punta di piedi, L’autrice ci permette di amarli piano piano, pagina dopo pagina cominciamo a capirli e ad apprezzarli.

    Ci troviamo di fronte alle avventure di Arian e Robin, due personaggi così diversi eppur si completano come due pezzi di un puzzle unico. Il loro legame “sigillato” permette di essere solo un anima sola; quasi per caso si incontrano e non si lasciano andare.

    In questo romanzo i personaggi che arrivano nelle nostre vite sono davvero tanti, ci perderemo nei vari regni che con abilità l’autrice descrive, eppure sin da subito il mio cuore ha tifato su Arian, una donna senza una voce, ma che si fa capire benissimo anche senza.

    Credo che per l’autrice non sia stato facile mantenere alta l’attenzione del lettore pagina dopo pagina e non trovarsi quasi influenzata dai colossi fantasy che ci circondano, eppure la voglia di continuare a leggere le avventure di questi due personaggi a volte buffi, a volte tormentati, vi divorerà dall’interno.

    La storia è intensa, vi ricordate che stiamo parlando di una ragazzina di sedici anni si?, i personaggi e le ambientazioni si contrappongono tra un ambiente a volte cupo e altre volte libero.

    I personaggi di due fazioni diverse si incrociano per caso e sempre per questo casuale destino Robin salverà la vita ad Arian. La taglia sulla testa di quest’ultima pesa come un macigno sulle spalle di entrambi, che si ritrovano a fuggire per non morire, ed è questa fuga che porterà loro tra le braccia di mille avventure.

    Pagina dopo pagina vi troverete in numerose battaglie, ed è inutile, non troverete le classiche creature nemiche, qui l’autrice ha sbizzarrito la sua fantasia creando nemici da pelle d’oca.

    La storia è costruita benissimo, i personaggi sembrano che abbiano sussurrato all’autrice cosa scrivere, il lettore si immerge completamente nella lettura e si ritrova a camminare gli stessi passi degli avventurieri. Sarà facile immaginarsi di trovarsi lì nelle cucine tra Marcus ed Alice, o tra i piedi di Ren.

    Gli incantesimi e le magie che percorrono queste pagine ci permettono di sognare mondi nuovi ad occhi aperti, ma tutto cari amici del mondo di sopra sappiamo che ha un prezzo.. e voi siete pronti a pagare il prezzo che l’autrice ci lascia con l’ultima pagina? Solo leggendolo capirete le mie parole.

    Affascinante, maestoso, un libro ricco che vale la pena di leggere. Consiglio questo libro a grandi e piccini, a chi ha voglia di sognare ancora e a chi ha voglia di perdersi in qualcosa di nuovo, a chi rimarrà sbalordito sussurrando che ha solo sedici anni. Perchè si questo capolavoro è stato creato da una mano di sedici anni. Ovviamente il libro è da rifinire in qualche punto perchè ci sono descrizioni forse un po’ troppo lunghe eppure si lascia leggere in un fiato.

  3. 5 di 5

    :

    Ho terminato oggi la lettura di questo libro…
    Debbo ammettere che questo genere fantasy non rientra nelle mie preferenze,ma conoscendo Monica ero molto curiosa di leggere questo suo primo libro a cui sapevo che stava lavorando da tempo…una sorpresa notevole!
    La mia opinione potrebbe sembrare un po’ di parte ,dettata dall’affetto e dalla stima che provo per questa ragazza,ma non e’ cosi’..mi sono sentita da subito attratta dai protagonisti,questi due ragazzi descritti sempre in maniera cosi dettagliata da farli sembrare vivi,reali..le loro emozioni e le loro paure diventano quelle del lettore..il loro legame ,la forza che li unisce su cui l’autrice si sofferma spesso con ricchezza di particolari,diventa cosi’ intenso da respirarlo tra le pagine anche quando e’ sottinteso…
    La giovane eta’ dei protagonisti,la loro spontanea semplicita’,sono in netto contrasto con la maturita’ dei loro sentimenti e dei loro principi..
    Una storia di fantasia che tra le righe lancia messaggi d’attualita’:la lotta tra il bene e il male,il valore dell’amicizia,il rispetto tra le persone ..e anche la forza della natura che riveste un ruolo importante nella storia prendendo anch’essa vita in diverse situazioni.
    Un esordio notevole per questa giovane autrice che spero ci regali al piu’ presto un seguito a questa storia..

  4. 5 di 5

    :

    Ho terminato di leggere il libro “MEZZANIMA “ L’ultima luna. Di Monica Gatto.
    Confesso che ho iniziato a leggere il libro con un po’ apprensione perché il genere fantasy non è, anzi non era! Il mio preferito.
    Devo dire che, fin dalle prime righe, mi ha colpito la freschezza del linguaggio dal quale traspare la giovane età dell’autrice, che quasi contrasta con l’abilità descrittiva. La dettagliata descrizione di cose, luoghi e situazioni ti fanno “vedere” il racconto. Ti sembra di essere più che un lettore “uno spettatore invisibile” che segue i due ragazzi nella loro avventura e ti senti coinvolto nelle loro emozioni. Non puoi fare a meno di gioire o trepidare con loro a seconda delle situazioni che si susseguono in modo frenetico e incalzante. Personalmente mi accorgevo di provare affetto e simpatia per i personaggi che erano loro amici e di odiare quelli che volevano far loro del male. L’unico appunto che mi sento di fare è il finale un po’ indefinito che lascia molto spazio alla fantasia, o forse è un pregio? So che dovrà uscire la seconda parte e non vedo l’ora di leggerlo per continuare con Arian, Robin, e i loro compagni, la loro straordinaria avventura!
    Una cosa che mi ha colpito è il meraviglioso sentimento di pura amicizia che lega i due ragazzi, al punto di dare per scontato che ciascuno di loro possa sacrificarsi per l’altro non per il bene dell’amico ma per il proprio, perché non possono concepire una vita senza l’amico. Un sentimento da favola, è vero, ma troppo bello per non essere almeno sognato da chiunque abbia un’anima.
    Brava Monica non smettere di sognare e di farci sognare!

  5. 5 di 5

    :

    Mi chiamo Irene ho appena finito di leggere MEZZANIMA, del quale mi ha colpito per prima la copertina e mi ha convinto a leggerlo :-) . Fin dalle prime pagine mi ha incuriosito e più lo leggevo più mi portava in un mondo sconosciuto, facendomi conoscere e affezionare ai protagonisti e alle loro storie. I personaggi principali, una ragazza e un ragazzo uniti da un’amicizia che purtroppo e difficile trovare nel mondo reale. Grazie alla cura dei particolari e delle narrazione dell’autrice mi sembrava di partecipare al loro viaggio . Il libro mi è piaciuto tanto, e sono rimasta molto contenta del fatto che ne uscirà un secondo a breve. Auguro a questa ragazza di proseguire a scrivere, anche perché è riuscita con il suo racconto a farmi tornare ragazzina.

  6. 5 di 5

    :

    Ciao Monica. Ho terminato la lettura del tuo primo libro e volevo farti sapere le mie impressioni. Premetto che non sono mai stata una lettrice che apprezza le descrizioni troppo dilungate…ma devo ammettere che le hai usate con una semplicità e leggerezza tale da farle diventare parte integrante è fondamentale del libro.Mi hanno permesso nella prima parte di conoscere ed affezionarmi ai tuoi personaggi tanto da respirare con loro ed emozionarmi nel vivere il sentimento che li lega e nel proseguo del racconto di trattenere il fiato fino al termine di ogni loro battaglia per poter respirare nel momento in cui ne uscivano salvi, anche se non del tutto incolumi; di aver timore ad ogni loro incontro e di essere felice quando in esso trovano una mano amica.È stato un bellissimo viaggio…… di cui come tutti attendo il seguito. Complimenti per la freschezza che traspare della tua giovane età ma anche per la tua completezza di scrittrice che invece non ci si aspetta dalla tua giovane etá!! Mi é piaciuto molto. Grazie

Aggiungi una recensione